Viaggiare con una perdita uditiva serenamente

Viaggiare con una perdita uditiva: basta prepararsi!

Viaggiare è tra le esperienze più emozionanti e ricche della vita. Scoprire posti nuovi, conoscere culture differenti è senza dubbio affascinante, ma cosa accade quando per farlo dobbiamo fare i conti con una perdita uditiva?

È comprensibile la preoccupazione che un deficit uditivo possa complicare un po’ le cose: accenti e parole sconosciute in una nuova lingua sono ancora più difficili da seguire e la stessa cosa vale per una guida turistica o per gli avvisi nei luoghi del trasporto pubblico.

Ma viaggiare con una perdita uditiva si può. Ecco come.

Preparati in anticipo

Una ricerca preventiva sui luoghi che stai per visitare è il primo passo per non farti cogliere impreparato. Come sarà la sistemazione? Le camere dell’albergo saranno dotate di luci lampeggianti per telefono e campanello? Se li richiedi in anticipo, probabilmente sì.
Se conti di visitare un museo, informati sulle tecnologie di cui dispone. Alcuni strumenti di audioguida sono pensati appositamente per le persone con una perdita uditiva. Lo stesso vale per teatri e altri spazi di performance. Utilizza internet per contattare direttamente le sedi e ricevere informazioni aggiornate.
Altra tattica è quella di leggere quante più informazioni è possibile sulla tua destinazione per familiarizzare con i nomi dei luoghi, con le figure storiche e altri punti di riferimento. In questo modo, quando li incontrerai, ti suoneranno più familiari e saranno più facili da comprendere.

Sostieni te stesso

Se durante il viaggio affronti situazioni collettive, ad esempio una visita di gruppo in un luogo di interesse, dichiara subito la tua perdita uditiva. Questo servirà in primo luogo ad avvertire i tuoi compagni, ma soprattutto la guida, della necessità di parlare in modo chiaro e comprensibile e del fatto che tu più di altri potresti aver bisogno di occupare i posti più avanzati. Inoltre, qualcun altro con voi potrebbe avere lo stesso problema, ma non dirlo. Il tuo intervento potrebbe servire a dargli la spinta a farsi avanti.
Se la guida non è pronta, assicurati di spiegargli chiaramente quali sono le tue reali necessità in ogni situazione.

Ricorda alle persone ciò di cui hai bisogno

La gente spesso dimentica la tua perdita uditiva, perché quest’ultima è invisibile; perciò non essere timido e ricordala a tutti ogniqualvolta si rivela necessario. Se alla reception o in un punto informazioni ti vengono fornite informazioni logistiche, chiedi che cortesemente ti vengano scritte in modo da poterle portare con te.

Porta sempre la protezione per l’orecchio

In alcuni paesi del mondo abitudini e progresso tecnologico posso differire dalle tue. Nei paesi in via di sviluppo, ad esempio, puoi trovare in circolazione automobili molto datate, sprovviste della tecnologia di soppressione del rumore; così come camion o altri mezzi di trasporto. In generale durante una vacanza ti può capitare di visitare luoghi molto rumorosi, come locali e discoteche. I rumori nocivi sono un problema molto serio per tutti, ma soprattutto per chi ha una perdita uditiva. Porta con te le protezioni per l’udito, ma soprattutto se si rivela necessario spegni i tuoi apparecchi acustici, e goditi la pace di un paesaggio o di un panorama che potrai apprezzare ancora meglio se in silenzio.

Tutto quello che ti serve, quindi, è una buona preparazione, informare i tuoi compagni di viaggio e affrontare ogni esperienza con atteggiamento positivo. Solo così viaggiare con una perdita uditiva sarà un’esperienza meravigliosa.

Search
+